“Roma, Capitale Mondiale della Creatività e della Cultura”- “Il posizionamento competitivo di Roma, imprenditoria creativa, culturale e dell’artigianato artistico: valorizzazione del “saper fare creativo” attraendo e raggiungendo chi investe e ricerca nella “Qualità Roma”

Posti totali: 100
Inserisci nel tuo calendario

Data e ora:

3 Agosto 2021 18:00 - 20:00

Luogo dell'evento:

Online, Roma

Condividi

Descrizione

Descrizione evento:

Se la tecnologia serve a far funzionare il mondo, è la filosofia che ci dice come il mondo deve funzionare“. E tale considerazione, ben lungi dal voler riproporre lo sterile leitmotiv della presunta contrapposizione tra sapere umanistico e sapere scientifico, mira unicamente ad evidenziare l’estrema attualità delle “scienze umane” e, ancor più pragmaticamente il crescente bisogno di cultura umanistica che caratterizzerà i prossimi decenni.

Il posizionamento competitivo di Roma, rispetto a questo bisogno crescente, è unico ed

inimitabile.

Le ragioni di tale forza travalicano la dimensione del sapere, vanno ben oltre la grande capacità di elaborazione culturale che Roma continua a dimostrare, e trovano radici profonde nella storia della città, nella sua geografia politica e culturale, nel suo sensescape, nella stratificazione delle esperienze che fanno di Roma uno degli autentici Centri dell’Umanità, certamente il più importante almeno per quanto riguarda la cultura occidentale.

Roma può eccellere nella produzione di cultura soprattutto per la sua profonda ed autentica identità umanistica.

 “Capitale Mondiale della Creatività e della Cultura” è dunque il ruolo che sintetizza al meglio l’Identità Competitiva di Roma per i prossimi decenni.

Evidenziando quale sia lo spettro delle attività economiche che fanno riferimento alla cultura umanistica, annoveriamo quelle afferenti il Sistema Produttivo Culturale e Creativo (SPCC), ovvero gli ambiti centrali della produzione culturale, come le produzioni creative e culturali, il patrimonio storico-artistico, le performing arts e quelle “Creative Driven” che impiegano contenuti e competenze culturali e creative per accrescere il valore dei propri prodotti (grafici o illustratori, designer, architetti, comunicatori, fotografi, sviluppatori di videogame, registi, autori/scrittori, storyteller, attori/performers, musicisti, videomaker, organizzatori di eventi). Al SPCC dobbiamo aggiungere un secondo pilastro, che fa riferimento alle Attività Accademiche e della Ricerca.

In tale contesto di elevato potenziale di progresso economico di Roma basato sul suo capitale creativo e culturale, si intende focalizzare l’attenzione proprio su tutte quelle attività dirette allo sviluppo, alla creazione, alla produzione, alla diffusione e alla conservazione dei beni e servizi che afferiscono al patrimonio culturale materiale e immateriale identitario della Città di Roma,  “…che costituiscono espressioni culturali, artistiche o altre espressioni creative e, in particolare, quelle relative all’architettura, agli archivi, alle biblioteche, ai musei, all’artigianato artistico, all’audiovisivo, compresi il cinema, la televisione e i contenuti multimediali, al software, ai videogiochi,al design, ai festival, alla musica, alla letteratura, alle arti dello spettacolo, all’editoria, alla radio, alle arti visive, alla comunicazione e alla pubblicità” (legge di Bilancio 2021). 

Per tale motivo, l’evento di programma proposto pone al centro l’obiettivo di creare un ecosistema che comprenda imprese pubbliche e private, di respiro internazionale e “core” strategico a Roma, con dei sistemi di eccellenza che possono prevedere:

  • un polo e una rete per l’Artigianato colto ed identitario della tradizione culturale romana, integrato con le accademie e le scuole d’Arte e dei Mestieri, e con le nuove startup che si propongono con rivisitazioni d’avanguardia nel settore;
  • un polo e una rete per il cinema digitale, integrato con startup e imprese che si occupano di sistemi di effettistica speciale attraverso l’uso delle tecnologie emergenti;
  • percorsi interattivi, fruibili dal vivo e online, anche attraverso l’uso di comuni device come gli smartphone, tra paesaggi antichi e contemporanei, botteghe dell’artigianato artistico, valorizzazione della street art e dei quartieri popolari;
  • valorizzazione e gamification nell’esperienza di fruizione dei beni archeologici e storici, soprattutto in zone decentrate, e dei musei che risentono di scarso interesse turistico, nonostante l’alto valore artistico e culturale;
  • collaborazione tra Comune, Università e Accademie al fine di promuovere l’imprenditorialità per le future generazioni, incentivando corsi di cultura imprenditoriale, gestione sostenibile, formazione giuridica e sui programmi europei per gli allievi e per gli operatori culturali;
  • promozione di alleanze tra scuole di ingegneria e scuole d’arte;
  • corsi di formazione professionale per promuovere l’innovazione a favore dell’imprenditorialità culturale.

I punti programmatici che si intendono sviluppare nell’ambito della produzione culturale e creativa, configurano un vero e proprio Piano Strategico per le Imprese culturali e creative di Roma, la cui organizzazione prevede un percorso a step, a partire dal processo di identificazione degli obiettivi tramite la partecipazione di tutti i soggetti portatori di interessi per l’implementazione e il miglioramento continuo degli obiettivi e quindi dei progetti che verranno selezionati, realizzati e monitorati.

Per questo motivo l’evento si pone l’obiettivo di raccogliere contributi e spunti utili al processo.

I relatori introdurranno la visione generale del potenziale piano “Piano Strategico per le Imprese culturali e creative di Roma” portando l’esperienza di progetti realizzati, in corso e da realizzare, le difficoltà operative e le soluzioni previste per superarle, riservando parte della diretta alle domande e ai contributi degli intervenuti.  


Questo evento è uno degli eventi della serie dedicata alla redazione del Programma Sviluppo di Roma Capitale per le prossime Elezioni Comunali 2021. 

L’evento si svolge con il processo FIVE LAB che organizza la sessione in 4 fasi (Fatti, Idee, Volontà, Evoluzione) e utilizza il software SLIDO per far emergere proposte e idee.

Relatori

Esperti 

Andrea Billi
Docente di economia presso il Dipartimento di Studi Giuridici ed Economici della Facoltà di Giurisprudenza della Sapienza. Dal 2009 al 2011 è stato distaccato presso la Presidenza del Consiglio dove ha seguito la gestione delle crisi d’impresa ed i grandi progetti strategici di sviluppo (es. la Chimica Verde). Dal 2014 al 2017 ha lavorato presso l’OECD Programma LEED, coordinando un gruppo di lavoro internazionale per assistere il MIBACT nella definizione di efficaci politiche di sviluppo a base culturale e al Piano Strategico per la riconversione della Città di Taranto.

Claudio Pica

nato e cresciuto a Roma, è una personalità di spicco nel mondo dei

pubblici esercizi, a livello locale e nazionale.

Sin da ragazzo, si è dedicato con passione e professionalità al mondo dell’associazionismo, iniziando la sua attività in associazione nel 1988 e specializzandosi sempre di più nello sviluppo dei servizi sindacali ed amministrativi, grazie soprattutto alla “gavetta” fatta presso la storica attività di bar gelateria della sua famiglia.

Oltre ad esercitare la professione di commercialista, riveste numerose e prestigiose cariche tra cui: 

Presidente dell’Aeper – Associazione Esercenti Pubblici Esercizi Roma, 

Segretario Generale dell’Associazione Italiana Gelatieri

Direttore Generale dell’Accademia della Cultura Enogastronomica,

Vicepresidente Fiepet Confesercenti nazionale e Presidente Fiepet Roma e Lazio

A febbraio 2021 è stato nominato Vicepresidente Agro Camera – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma.

Stefano Moretti
Nato a Roma il 30 maggio 1960 residente in viale Platone 47, 00136 Roma 

Istruzione e formazione : Liceo Artistico, Facoltà di architettura

Si occupa di comunicazione multimediale attraverso l’utilizzo di tecnologie informatiche ed audiovisive d’avanguardia dal 1986, anno in cui con Pietro Galifi ed Avio Mattiozzi costituisce ALTAIR 4, uno dei primi gruppi di Computer Art in Italia. Le opere di ALTAIR 4 partecipano a numerosi festival internazionali: da Montecarlo a Linz, da Lisbona, a Toronto, a Rio de Janeiro. Dal 1987 al 1996 con Altair4 cura la direzione artistica di varie produzioni multimediali (spot pubblicitari, documentari artistici ed istituzionali, trasmissioni televisive) tra cui la prima produzione televisiva italiana dedicata alle ricostruzioni archeologiche “La Grande Roma dei Cesari” per RAI 1 a cui segue la serie “Le meraviglie dell’Archeologia” per la DeAgostini. Dal 1995 condivide con Pietro Galifi e Alessandro Furlan la direzione artistica e progettuale di ALTAIR 4 MULTIMEDIA SRL, azienda da loro costituita nel 1995, specificatamente dedicata alla produzione multimediale e ad attività rivolte alla conservazione e valorizzazione dei beni culturali.

Mitchell Broner Squire
Co-fondarore nel 2014 di  di Oniride srl e Business Manager-
Giovane avvocato aziendale, former corporate, private equity e insegnante di Diritto Internazionale. Avid Linux power-user da sempre. Un nerd umanista

http://www.oniride.com/

Cristiano Mandich,
Nato a Venezia 15 aprile 1950, maturità artistica, laurea in architettura 110 e lode, rilevatore scientifico archeologico e monumentale diretto, indiretto e fotogrammetrico, esperto nominato dal Ministero degli Esteri per le missioni archeologiche in Egitto, Giordania e Turchia,  autore del Piano di Comunicazione del Patrimonio Culturale Nazionale del Ministero della Cultura denominato Progetto Mirabilia, esperto della Comunicazione Culturale e dell’Artigianato Artistico.

Interverranno

Andrea Coia

  • Assessore allo Sviluppo Economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale
  • Laureato in Ingegneria Elettronica, ha maturato diverse esperienze professionali, in particolar modo come Project Manager nell’ambito informatico presso diverse aziende multinazionali. Da Luglio 2013 al marzo 2015 ha ricoperto l’incarico di Consigliere Municipale di Roma Capitale nel Municipio VII, Consigliere di Roma Capitale nelle elezioni del 2016,  attualmente Assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro nella giunta Raggi

Manuel Tuzi

  • Portavoce romano del MoVimento 5 Stelle eletto alla Camera dei Deputati, membro della Commissione VII (Cultura, Scienza e Istruzione) e medico specializzato in medicina dello sport.
  • Primo firmatario della proposta di legge “Disposizioni per l’organizzazione e lo sviluppo tecnologico degli spazi urbani mediante processi innovativi realizzati con l’impiego della rete internet (smart city)”, collabora con Roma Capitale alla realizzazione delle piazze smart. 

Modera e interviene

Cristiano Alviti

  • Responsabile strategie e innovazione per lo Sviluppo Economico di Roma Capitale
  • Ideatore e program director della Casa delle Tecnologie Emergenti di Roma, nuovo hub di innovazione pubblico-privato che connette la ricerca ai fabbisogni d’innovazione della città. Ha coprogettato il Distretto dell’Artigianato Artistico di Tor di Nona. Ha condotto la realizzazione della strategia di identità competitiva di Roma e il Piano Tech Business Roma 2030, dedicato allo sviluppo di impresa innovativa su Roma.
  • Innovation manager e specialista di processi di innovazione aperta
  • Nel 2011 si è laureato in Ingegneria Gestionale presso l’Università di Roma Tor Vergata, dal 2016 Ingegnere dell’Informazione specialista con esame di stato presso Roma Tre. 
Sorry, Event Expired